Mostra Arte e Fede

Mostra: Il cammino dell’uomo tra arte e fede

Print Friendly

La Fondazione Giovanni Michelucci di Fiesole partecipa alla mostra “Il cammino dell’uomo tra arte e fede”, presentando alcuni progetti di spazi sacri disegnati dal grande architetto.

Giovanni Michelucci, nel suo secolo di vita, ha operato in tutti i campi della progettazione, dall’architettura al paesaggio. Una particolare felicità Michelucci ha sempre mostrato quando ha potuto disegnare opere che avessero un valore importante per la vita collettiva e proprio nella progettazione di edifici religiosi Michelucci ha raggiunto alcuni dei vertici più rilevanti del suo lavoro.

Le chiese di Michelucci, dalla piccola chiesa di Collina a Pistoia alla grande chiesa di Longarone, sono sempre state immaginate come architetture aperte, come luoghi del pregare insieme, ma anche dello stare insieme, del ritrovarsi in uno spazio comune, del riconoscersi come comunità attiva, operante.

Anche l’opera più minuscola, la piccola cappella militare sulle rive dell’Isonzo, nei dintorni di Caporetto in Slovenia, il primo edificio realizzato da Michelucci nel 1916, mostra questo carattere di apertura alla comunità e alla natura. La minuscola costruzione può contenere appena un altare e la chiesa vera e propria è quindi al di fuori, nella scalinata e nei campi che la circondano, dove si radunano i fedeli, all’aperto. Allo stesso modo le chiese più grandi sono architetture aperte alla città e al paesaggio: la chiesa di San Giovanni Battista, costruita nel 1964 sui bordi dell’autostrada nei dintorni di Firenze, è una grande tenda posta all’incrocio delle strade, destinata ai fedeli raccolti nell’aula, ma anche ai cittadini del mondo, agli uomini e alle donne materialmente e spiritualmente in cammino.


Mostra: “Il cammino dell’uomo tra Arte e Fede. Da Ugo Guidi a Igor Mitoraj”
Basilica di San Lorenzo: Salone Donatello e sagrato
Piazza di San Lorenzo, Firenze
1 aprile – 15 giugno
orario
lunedì-sabato 10:00-17:00
domenica 13:30-17:00
Ingresso libero

La mostra vede impegnati Comune di Firenze, NAG gallery, Arcidiocesi di Firenze, Basilica di San Lorenzo, Opera Medicea Laurenziana, Museo Ugo Guidi e Fondazione Giovanni Michelucci

CONDIVIDI